Di mascherine strane e particolari negli ultimi mesi se ne sono viste tante: improvvisate, di alta moda e quelle più artistiche.
A nessuna di queste, però, erano mai stati attribuiti poteri magici!
A stupire gli utenti del web, in particolare i fan di  Harry Potter, ci ha pensato  Stefanie Hook, una artista del Colorado.
Ha infatti dato vita ad una normale mascherina nera che, una volta indossata,  inizia a cambiare colore, fino a rivelare la  mappa del Malandrino, la speciale piantina di Hogwarts realizzata da James Potter – papà di Harry – insieme a Sirius Black, Remus Lupin e Peter Minus, come ben noto a tutti i fan della saga.
L'artista Hook ha quindi trasformato la finzione in realtà. Anzi, è andata addirittura oltre, perché per far apparire la mappa ora non è più necessario pronunciare la frase «Giuro solennemente di non avere buone intenzioni», ma è sufficiente  respirare per appena qualche secondo.

E' stato rintracciato e poi sottoposto a fermo un 30enne, che intorno alle due e mezza dello scorso 3 giugno, a Pozzuoli (Napoli), ha accoltellato la ex compagna al termine di una lite. L'uomo dopo sferrato tre fendenti con un coltello a serramanico (due al torace e una all'addome) è fuggito. La vittima, una donna di 50 anni, è stata sottoposta a due interventi chirurgici: ora è in prognosi riservata nell'ospedale Santa Maria delle Grazie della città flegrea. Accorsi la notte dell'accoltellamento nell'abitazione della donna, gli agenti sono riusciti a individuare l'uomo grazie alle dichiarazioni della madre della vittima e anche della vittima stessa, prima che venisse operata. 

Thursday, 04 June 2020 11:40

Finalmente disponibile l'app "Immuni", è sicura?

Written by

L'app immuni è ora disponibile su Google Play e Apple Store anche se per il momento sarà attiva solo in Liguria, Puglia, Abruzzo e Marche, le quattro regioni scelte per testare questa nuova teconologia.E' da metà lockdown che si parla di questa fatidica app che permetterebbe agli utenti che decidono di scaricarla di venire a conoscenza dello stato di salute delle persone che incontrano per tutelare la propria salute. Ma come è possibile tutto questo? Già avevamo accennato il funzionamento tramite tecnologia bluetooth dell'app Immuni nell'articolo Curiosità sull' app "Immuni" anti-coronavirus: cos'è e come funziona?

In realtà l'app Immuni funziona solo per chi decide di scaricarla e chi deciderà di attivare il bluetooth del proprio dispositivo quando si sposta in previsione i incontrare persone. Ecco un esempi pratico: 

X e Y si incontrano per caso per più di 15 minuti e a meno di 2 metri. Tutti e due hanno scaricato l’appImmuni e attivato i bluetooth.  Le rispettive app scambiano attraverso Bluetooth un codice anonimo. X cinque giorni dopo risulta positivo al tampone. A questo punto l’operatore chiede se usa "Immuni" e gli chiede il codice che servirà a decifrare tutti gli scambi di codici avvenuti nei giorni precedenti. A Y a quel punto arriverà un messaggio che lo avvisa di essere stato a contatto con un Covid positivo senza sapere che nome e cognome di X e gli verrà detto come si dovrà comportare. 
Quindi niente scambi di dati, tutto avverrà con uno scambio di codici anonimi. 
 
Thursday, 04 June 2020 09:52

L'onorificenza di Mattarella a Franco Pepe

Written by

In occasione della visita a Codogno il presidente della repubblica Mattarella ha dichiarato di nominare cavalieri della repubbliaca tutti coloro che hanno avuto un ruolo speciale durante il Covid19. In Campania è toccato a Franco Pepe proprietario della nota pizzeria Pepe in Grani che durante la chiusura - come si legge - ha cucinato pizze e biscotti per poveri. Un grande orgoglio campano!

Wednesday, 03 June 2020 21:18

Giobbe Covatta su Radio Più

Written by

Un uomo dal grande cuore ed un artista dal grande spessore ecco a voi Giobbe Covatta. È stato ospite di Rosario Copioso in Spoiler - tutto quello che non ti aspetti dalla radio per una chiacchierata più che un'intervista. Dal risveglio, alla quarantena, passando per la sua esperienza in Africa fino alle cose nuove che sta imparando. Non hai fatto in tempo ad ascoltarla? Nessun problema, clicca qui: Pagina Ufficiale di Radio Più

Il 2 giugno di ogni anno normalmente si festeggia la Repubblica Italiana. E' così dal 1946, quando un anno dopo la Seconda Guerra Mondiale ci fu in Italia il primo voto a suffragio universale in cui la Repubblica vinse sulla Monarchia. In qualche modo il 2 giugno è simbolo di "liberazione" e "rivoluzione", anche per questo, probabilmente, in questo 2020 così anomalo il 2 giugno è stato simbolo di molte proteste. Il centro destra ha scelto proprio la giornata di ieri per scendere in piazza a Roma e afermar cose assurde come: "Il virus non esiste", "E' tutto un complotto". 

E' proprio su questa idea del complotto che viene fuori la parte peggiore della popolazione italiana: i "gilet arancioni", partito politico presieduto dall’ex generale dei Carabinieri Antonio Pappalardo. che rappresenta tutto ciò che è complottista "no vax", "no 5g", "No expo", "no global"  ecc. con modi di fare di stampo neofascita. 

Ecco il video secondo cui un'esponente dei "Gilet arancioni" afferma che il Covid-19 non è mai esistito, ma è un complotto per iniettarci mercurio nelle vene che Conte grazie a Bill gates controllerà grazie al 5g: Guarda il video

Ben presto saranno coltivati ortaggi vari, pomodori, cavoli ed altro camuffati da orti sociali all'interno dell'area archeologica dell'Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere già oggetto di tantissime polemiche dopo il ristorante, la canna fumaria, l’abbandono e la scarsa manutenzione, si è avuta l'idea di realizzare orti che producono “cibo dei gladiatori”.  Il progetto è stato confermato dalla direttrice del Museo dell’Antica Capua e definito “uno delle nostre buone pratiche”. Tutto questo si inquadra nel restyle dell’anfiteatro campano i cui lavori costeranno 5 milioni e 300 mila euro e sono stati messi in appalto dalla centrale di committenza Invitalia per conto del Ministero per i beni e le attività culturali. 

Nel secondo weekend post lockdown c'è boom di visite in Campania e tante novità! Record di visite per il parco della reggia di Capodimonte che nel periodo di chiusura ha aumentato anche la sua bellezza! Novità per il Litorale Domizio e Castel Volturno che si riappropriano di un’altra meraviglia. Dopo tre anni di lavoro e rigenerazione ambientale, infatti, oggi hanno aperto al pubblico i laghi Nabi, in via Occidentale, specchi d’acqua ricavati dalla trasformazione di ex cave di sabbia abbandonate. L’idea è nata a un un gruppo di imprenditori e professionisti che vi hanno costruito attorno delle strutture ricettive e turistiche. L’ambiente rivalutato e bonificato offre uno spettacolo naturale unico nel suo genere. Un’oasi naturale immersa tra l’acqua dei laghi e il verde della natura. (foto copertina)

(Parco Reggia di Capodimonte)

L'infezione da Sars-­CoV-2 protegge da una nuova malattia in caso di ri-esposizio­ne.
Un team ha dimostra­to che i macachi gua­riti da Covid-19 han­no sviluppato un'imm­unità protettiva nat­urale contro la rein­fezione.
Le persone che guar­iscono da numerose infezioni virali svil­uppano in genere ant­icorpi che forniscono loro una protezione contro la ri-espos­izione, ma non tutti i virus generano qu­esta immunità protet­tiva naturale.​
Così i ricercatori, dopo aver esposto nove macachi adulti al virus, hanno monit­orato i livelli vira­li via via che gli animali si riprendeva­no.
Tutti e nove sono guariti e hanno svilu­ppato anticorpi cont­ro il virus.
Così, più di un mese dopo l'infezione iniziale, il team ha esposto nuovamente le scimmie al virus.
Alla seconda esposi­zione, gli animali hanno dimostrato una protezione quasi com­pleta contro Sars-Co­v-2.
Lo studio ha comunq­ue dato esiti incora­ggianti.

Saturday, 30 May 2020 09:05

Ma ne avevamo davvero bisogno...?

Written by

In arrivo dal Governo un bando per reclutare 60.000 “assistenti civici”, volontari coordinati dalla Protezione Civile che aiuteranno le autorità locali a gestire la “Fase 2” dell’emergenza coronavirus.
Il progetto degli “assistenti civici” è stato annunciato domenica con una nota dal Ministro per gli Affari regionali e le autonomie Boccia.
Stando alle informazioni che si hanno, verranno impiegati in strade, piazze e parchi per ricordare alle persone l’uso delle mascherine, il mantenimento delle distanze di sicurezza e il divieto di assembramenti. Potranno inoltre essere impiegati per altre attività di aiuto alle fasce più deboli della popolazione: non è chiaro di preciso di cosa si tratti ma potrebbero essere attività come la distribuzione di pacchi spesa a domicilio.
Indosseranno una casacca blu con la scritta “assistente civico” – dovranno quindi essere sempre riconoscibili – e non avranno alcun potere di polizia: non potranno fare multe o richiami, dovranno limitarsi a ricordare le regole a chi non le rispetta.
Tutti gli “assistenti civici” saranno volontari: non riceveranno quindi nessun compenso per il lavoro che faranno. Potranno mettere a disposizione dei loro comuni fino a 16 ore alla settimana, distribuite in tre giorni, e riceveranno un’assicurazione per infortuni o incidenti che potranno accadere durante le ore di servizio. Saranno in servizio fino al 31 luglio, quando scadrà lo stato di emergenza dichiarato dal governo il 31 gennaio.

Page 1 of 11