Friday, 17 July 2020 09:43

Fast Fashion in crisi: tutta colpa del Covid?

Written by
Rate this item
(0 votes)

A parlare c'è Danilo Venturi, direttore dell’istituto internazionale di fashion design e marketing Polimoda che dice: "Il Covid-19 ha solo messo a nudo una moda che già non stava bene. Troppa produzione, insostenibile per il pianeta. Troppa tensione alla vendita, insostenibile per i rapporti umani. E troppa ridondanza di stile, la negazione della moda stessa, che invece vive di cambiamento. In questo scenario ad essere ridisegnato dovrà essere il modello di business che deve ripartire dai fondamentali: un sistema di produzione e distribuzione sostenibile, una gestione di qualità delle risorse umane e una maggiore coerenza tra quello che si fa e quello che si comunica”. 

Durante la pandemia oltre 3.400 dei 5.062 negozi H&M, dislocati in più di 74 mercati nel mondo sono stati costretti ad abbassare le serrande. Tuttavia il colosso svedese precisa che in molti casi si tratta di chiusure temporanee anche se 170 al momento quelle definitive, e ha dichiarato di aspettarsi perdite nel secondo trimestre dopo aver registrato un calo del 46% nelle vendite di Marzo sull'anno precedente. Del Fast Fashion fanno parte anche colossi come Zara e Primark.

Read 340 times Last modified on Friday, 17 July 2020 09:50

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.