Sunday, 26 April 2020 08:14

Via libera alle consegne a domicilio...anche per il Fisco.

Written by
Rate this item
(0 votes)

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha annunciato che dal prossimo 1° giugno ripartiranno tutti gli ordinari controlli fiscali 2020 e sono pronti, sulla rampa di lancio, ben 8,5 milioni di atti e comunicazioni da parte dell’Amministrazione Finanziaria.
Questo perché, con il Decreto Cura Italia, era stato prorogato di 2 anni il termine decadenziale di anni 5 per l’accertamento fiscale da parte dell’Agenzia delle Entrate, portato dunque a 7 anni.
In pratica il Governo, facendola passare come norma di favore per noi contribuenti, avendo prorogato di 2 mesi le scadenze fiscali per gli italiani chiusi a casa, offriva di contro all’Agenzia delle Entrate un tempo maggiore, dunque 7 anni, per eseguire gli accertamenti fiscali.
Norma di favore perchè avrebbe evitato ai contribuenti di vedersi notificate le Cartelle Esattoriali nel periodo di emergenza che stiamo vivendo, atteso che l’Agenzia delle Entrate avrebbe avuto un lasso di tempo maggiore per gli accertamenti.
Oggi, comunque, si è tolta ogni disquisizione sul punto…
Difatti, alla luce della cancellazione di questa proroga biennale che innalzava a 7 anni il periodo di accertamento da parte dell'Agenzia delle Entrate, considerata di palese favore per l'Amministrazione Finanziaria e non per il contribuente, oggi, per effetto del maxi-emendamento al Decreto Cura Italia, l’Agenzia delle Entrate procederà quindi a notificare ben 8 milioni e mezzo di atti ai contribuenti!
Come disse Conte...lo Stato c'è e non ci lascia soli...infatti, ci terrà compagnia con una valanga di Cartelle Esattoriali!

Read 120 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.