Displaying items by tag: CORONAVIRUS

Dal 21 maggio in Campania potranno riaprire anche ristoranti e pizzerie,  tra dubbi e paure, ma con tanta voglia di ricominciare. Fin ora qualche attività ha potuto organizzarsi offrendo un servizio di delivery e asporto, mentre da domani potranno ospitare al meglio i clienti nel massimo rispetto delle norme di distanziamento sociale e igiene. Domani a mezzogiorno prima di aprire per pranzo, i gestori e tutto lo staff di ogni ristorante dei locali di via Caracciolo a Napoli si disporrà in fila per ricordare in un minuto di silenzio le vittime del Covid 19 e ringraziare con un applauso tutti gli infermieri e le organizzazioni che in questi mesi hanno aiutato moltissime persone in difficoltà facendo il possibile per non lasciare nessuno indietro. 

Una bella iniziativa  prima di tornare in campo, rialzasi e tornare più forti e uniti di prima. 

Published in Blog

Il rito della "tazzulella e cafe'", celebrato da Pino Daniele come toccasana per dimenticare i guai e cominciare bene la giornata, ritorna a Napoli ma non per tutti i bar della città.

Rinviata a giovedì 21 maggio - secondo l'ordinanza della Regione Campania - la possibilità del servizio ai tavoli nei bar limitando per il momento le consumazioni al solo banco. Questo ha determinato scelte diverse tra i commercianti.

Chiusi dallo storico Gambrinus in piazza del Plebiscito alla Caffetteria di piazza dei Martiri, passando per il Gran Bar Riviera. Tra i bar più noti c'è tuttavia chi ha fatto scelte diverse: hanno scelto di riaprire comunque, anche senza tavolini, Ciro a Mergellina e il Miramare di via Petrarca.

Published in Blog
Wednesday, 06 May 2020 09:39

Un po' di respiro per le nostre isole.

Dopo l'annuncio del Governatore Vincenzo De Luca sulla riapertura degli afflussi verso le isole dove  - ha detto il governatore - ci sarà "il massimo dei controlli su quelli che arriveranno a Ischia, Capri e Procida dove ci sono situazioni di particolare delicatezza" , il sindaco di Capri ci tiene a ringraziarlo e rilancia con un messaggio dove spiega che si impegna a tenere alta la guardia nell'isola. Ricordiamo che la maggior parte dell'economia delle nostre isole si basa sui visitatori che da Lunedì potranno tornare a visitarle. Una boccata d'aria per loro! 

Published in Blog

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha annunciato che dal prossimo 1° giugno ripartiranno tutti gli ordinari controlli fiscali 2020 e sono pronti, sulla rampa di lancio, ben 8,5 milioni di atti e comunicazioni da parte dell’Amministrazione Finanziaria.
Questo perché, con il Decreto Cura Italia, era stato prorogato di 2 anni il termine decadenziale di anni 5 per l’accertamento fiscale da parte dell’Agenzia delle Entrate, portato dunque a 7 anni.
In pratica il Governo, facendola passare come norma di favore per noi contribuenti, avendo prorogato di 2 mesi le scadenze fiscali per gli italiani chiusi a casa, offriva di contro all’Agenzia delle Entrate un tempo maggiore, dunque 7 anni, per eseguire gli accertamenti fiscali.
Norma di favore perchè avrebbe evitato ai contribuenti di vedersi notificate le Cartelle Esattoriali nel periodo di emergenza che stiamo vivendo, atteso che l’Agenzia delle Entrate avrebbe avuto un lasso di tempo maggiore per gli accertamenti.
Oggi, comunque, si è tolta ogni disquisizione sul punto…
Difatti, alla luce della cancellazione di questa proroga biennale che innalzava a 7 anni il periodo di accertamento da parte dell'Agenzia delle Entrate, considerata di palese favore per l'Amministrazione Finanziaria e non per il contribuente, oggi, per effetto del maxi-emendamento al Decreto Cura Italia, l’Agenzia delle Entrate procederà quindi a notificare ben 8 milioni e mezzo di atti ai contribuenti!
Come disse Conte...lo Stato c'è e non ci lascia soli...infatti, ci terrà compagnia con una valanga di Cartelle Esattoriali!

Published in Blog
Tagged under

Solo le imprese iscritte in un Albo speciale, tenuto presso la Camera di Commercio, possono svolgere questo tipo di intervento e sono le uniche ad essere autorizzate per legge, rispettando i requisiti stabiliti dalla legge 82/94, attuata con il Dm 274/97.
Inoltre, tale impresa deve avere un responsabile tecnico che adegua il tipo di intervento ed i prodotti da impiegare alla specifica situazione, oltre ad avere personale dipendente altamente qualificato e preparato.
La sanificazione viene effettuata attraverso due passaggi: la pulizia della superficie e la disinfezione della stessa con alcol, etanolo, varechina o acqua ossigenata; trattando con queste sostanze tutte le parti comuni di contatto.
I costi in un condominio si aggirano tra i 100 ed i 150 euro al giorno.

Per cui attenzione alle imprese non iscritte all'albo speciale e che non rilascino le dovute certificazioni, anche in riferimento ai prodotti utilizzati.

Published in Blog

Gerry Marcello lavora alla direzione ASL di Caserta e ci ha confermato che da 7 giorni in provincia ci sono stati 0 contagi. Riascolta l'intervista di Rosario Copioso. 

Published in Blog

Il presidente degli USA Donald Trump l'ha detta veramente grossa in una conferenza in diretta mondiale sugli aggiornamenti e provvedimenti contro il Covid-19. 
Ha suggerito di sperimentare sugli uomini l'esposizione massiccia a raggi ultravioletti per combattere il coronavirus e ha raccomandato a tutti di stare al sole. Ma non è finita qui: ha aggiunto che si potrebbe provare con iniezioni di disinfettanti e candeggina direttamente nel corpo umano. E' evidente l'assurdità delle sue affermazioni, ma nonostante abbia "umilmente" messo le mani avanti dichiarando di non essere un medico, Trump è sembrato molto serio ed ha scatenato una bufera di reazioni tra i medici e utenti dei social consapevoli del peso che possono avere le parole  di un personaggio che ricopre una carica così importante. Ecco la traduzione letterale delle sue parole

 

«Potremmo colpire il corpo con un gran numero di ultravioletti o una luce molto potente. Lo testeremo, no? E poi ho proposto di portare quella luce dentro il corpo: si può fare, attraverso la pelle. O in altri modi. Lo testerete, giusto? Mi sembra interessante. Inoltre vedo che il disinfettante uccide il virus in un minuto. Un minuto. C’è un modo per fare qualcosa del genere all’interno dei pazienti, con un’iniezione o una specie di pulizia? Perché arrivi nei polmoni… lo sperimenteremo, mi sembra interessante»

 

 

 

Il video estratto dalla conferenza trasmesso da MSNB

Guarda il video di Donald Trump

 

 

Published in Blog

A Napoli si lavora per ridurre l'utilizzo dell'automobile privata durante la Fase2 che inizierà il 4 Maggio per evitare lunghe soste nel traffico. Per questo si stanno pensando a tariffe fisse, sconti ed agevolazioni per incentivare le persone ad utilizzare i taxi. Intanto i sindacati dei taxi chiedono l'azzeramento delle tasse regionali 2020.

Published in Blog

La famosa "fase 2" sta per arrivare, le cose cambieranno ma bisogna stare attenti alle restrizioni. Si parla ancora di ipotesi ma per permettere gli spostamenti c'è un lavoro sul tavolo del governo che prevede tante novità come la mobilità intra-regionale. Nulla ancora di certo, attendiamo che si pronunci il governo. 

Published in Blog
Tagged under

Mentre in tutte le case arrivano le mascherine della Regione Campania, distribuite secondo il seguente calendario e che saranno obbligatorie per tutti dagli inizi di maggio, arriva un'ulteriore Ordinanza con ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019.

Ecco le novità apportate: 

 

 

 

Le novità riguardano le attività di ristorazione, librerie e festività: 

 

1) Con decorrenza dal 27 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020, ferme restando le misure statali e regionali vigenti e fatta salva ogni ulteriore disposizione in considerazione dell’evoluzione della situazione epidemica, a parziale modifica delle disposizioni di cui all’Ordinanza n.32 del 12 aprile 2020, su tutto il territorio regionale:

a) sono consentite le attivita' e i servizi di ristorazione - fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie- esclusivamente, quanto ai bar e alla pasticcerie, dalle ore 7,00 alle ore 14,00, gli altri esclusivamente dalle ore 16,00 alle ore 22,00, per tutti con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi e salvo l’obbligo di attenersi alle prescrizioni di cui al successivo punto 2;

b) sono consentite le attività di commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, cartoleria e libri, esclusivamente dalle ore 8,00 alle ore 14,00, con raccomandazione di adottare misure organizzative atte a promuovere la modalità di vendita con prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio, salvo l’obbligo di attenersi alle prescrizioni di cui al successivo punto 2.

 

2. E’ fatto obbligo, per gli esercenti e gli operatori impegnati nelle attività di cui al precedente punto 1 e per gli utenti, di osservare le misure di sicurezza e precauzionali prescritte nel protocollo allegato sub A al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale.

3. Su tutto il territorio regionale, nel pomeriggio del 25 aprile 2020, nella giornata del 26 aprile 2020 e nella giornata del 1 maggio 2020, e’ fatto obbligo di chiusura festiva delle attività di vendita di cui all’allegato 1 del DPCM 10 aprile 2020, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, fatta eccezione per le farmacie e parafarmacie, le edicole e i distributori di carburante e con la precisazione che i distributori automatici di tabacchi posti all’esterno delle rivendite potranno restare in funzione.

4. Il mancato rispetto delle misure di contenimento e prevenzione del rischio di contagio di cui al presente provvedimento comporta, ai sensi dell’art.4 del decreto legge 25 marzo 2020, n.19, l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria (pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000) nonchè, per i casi ivi previsti, di quella accessoria (chiusura dell'esercizio o dell'attivita' da 5 a 30 giorni).

5. L’Ordinanza n.32 del 12 aprile 2020 è confermata per quanto non modificato dal presente provvedimento.

 

Il Presidente Vincenzo De Luca ha dichiarato: 

"Si tratta di un primo passo e di un primo segno di rilancio delle attività economiche secondo una linea di responsabilità e di prudenza, che richiede da parte di tutti il rispetto rigoroso delle regole di tutela della propria e dell'altrui incolumità. Il provvedimento è articolato in maniera da diluire la mobilità nel corso della giornata ed evitare assembramenti. Sarà fondamentale rispettare tutti i dispositivi di sicurezza, pena sanzioni severe a carico degli inadempienti. Occorrerà utilizzare i prossimi giorni per sviluppare tutte le operazioni di sanificazione e igienizzazione dei locali, in qualche caso chiusi da molte settimane, per sottoporsi a visite mediche e per preparare tutte le certificazioni necessarie dal punto di vista sanitario".

 

Clicca qui per leggere l'ordinanza n°37 del 22.04.2020

Published in Blog
Page 1 of 5