Displaying items by tag: maggio

Vincenzo De Luca ha incontrato ieri, lunedì 18 maggio, i rappresentanti degli operatori del comparto del turismo e successivamente i rappresentanti del mondo della cultura e degli spettacoli della Campania. È stata l’occasione per ascoltare e raccogliere le istanze degli operatori, e per illustrare le strategie di rilancio di questi settori con la Fase 2.

 “È stata una testimonianza dell’attenzione della Regione verso questi settori che sono trainanti per l’economia della nostra regione – ha precisato De Luca – e che hanno subito e subiscono proprio in queste settimane un durissimo contraccolpo per le conseguenze della pandemia Covid-19.

Bisogna guardare al futuro con fiducia e avere coraggio, per sconfiggere innanzitutto la paura e la diffidenza. E per ridare fiducia bisogna dare innanzitutto sicurezza.

Per questo la parola d’ordine sarà “Campania sicura”, per rilanciare il turismo, per dare serenità alle famiglie, per accogliere di nuovo i turisti, per riportare la gente a teatro, al cinema.

 

Sempre ieri sono state ascoltate e raccolte le istanze del mondo della cultura e degli spettacoli, settore strettamente legato anche al turismo. Il 25 maggio è prevista la riapertura di alberghi e strutture ricettive, il 15 giugno la riapertura di cinema e la ripresa delle iniziative di spettacolo.

 

Published in Blog

Il rito della "tazzulella e cafe'", celebrato da Pino Daniele come toccasana per dimenticare i guai e cominciare bene la giornata, ritorna a Napoli ma non per tutti i bar della città.

Rinviata a giovedì 21 maggio - secondo l'ordinanza della Regione Campania - la possibilità del servizio ai tavoli nei bar limitando per il momento le consumazioni al solo banco. Questo ha determinato scelte diverse tra i commercianti.

Chiusi dallo storico Gambrinus in piazza del Plebiscito alla Caffetteria di piazza dei Martiri, passando per il Gran Bar Riviera. Tra i bar più noti c'è tuttavia chi ha fatto scelte diverse: hanno scelto di riaprire comunque, anche senza tavolini, Ciro a Mergellina e il Miramare di via Petrarca.

Published in Blog
Wednesday, 06 May 2020 09:39

Un po' di respiro per le nostre isole.

Dopo l'annuncio del Governatore Vincenzo De Luca sulla riapertura degli afflussi verso le isole dove  - ha detto il governatore - ci sarà "il massimo dei controlli su quelli che arriveranno a Ischia, Capri e Procida dove ci sono situazioni di particolare delicatezza" , il sindaco di Capri ci tiene a ringraziarlo e rilancia con un messaggio dove spiega che si impegna a tenere alta la guardia nell'isola. Ricordiamo che la maggior parte dell'economia delle nostre isole si basa sui visitatori che da Lunedì potranno tornare a visitarle. Una boccata d'aria per loro! 

Published in Blog
Monday, 04 May 2020 23:30

Su RadioPiù: Massimiliano Gallo

Di Massimiliano Gallo ci si innamora prima della sua grandissima bravura attoriale e poi dello charme e del carisma di cui è dotato. Attore napoletano, Massimiliano Gallo è partito dal teatro per poi approdare al cinema, collaborando con i più importanti artisti del cinema italiano.


(Massimiliano ed il fratello Gianfranco)

La primissima volta che ha recitato al cinema è stato per la pellicola No problem, diretto da un geniale Vincenzo Salemme con cui è tornato a collaborare nel 2018 nel film Una festa esagerata.

(con il regista M. Garrone e M. Ceccherini)

 

Classe 1968, Massimiliano Gallo è nato a Napoli, Campania, il 19 giugno, la passione per il mondo dell’arte l’ha ereditata in famiglia, precisamente da papà Nunzio, famoso cantante napoletano.Tuttavia la strada percorsa da Massimiliano l’ha portato nei teatri e sui set cinematografici, piuttosto che nelle sale d’incisione. Proprio la mamma, Bianca Maria, infatti, era un’attrice di teatro che decise di dedicarsi alla famiglia, mettendo così da parte la sua carriera.

(Protagonista della serie tv Rai: "I Bastardi di Pizzofalcone")

I primi passi, Gallo li ha mossi in teatro e ha preso parte anche ad alcuni musical, mettendo in risalto anche le sue abilità canore. Insomma un artista a tutto tondo. Non perdetevi l'intervista di oggi 5 Maggio dalle 11 in Spoiler - tutto quello che non ti aspetti dalla radio con Rosario Copioso.

 

Published in Blog
Monday, 04 May 2020 07:17

FASE 2 - Alcune regole da rispettare.

Il tanto atteso quattro Maggio è arrivato, da oggi inizia la fase di convivenza con il virus. Temporaneamente "allentate" le restrizioni da oggi potremo essere un po' più liberi.
Respirano gli amanti dello sport che possono tornare a fare attività fisica senza mascherina nella fascia oraria che va dalle 6 e le 8.30 (rispettando però le distanze). Tornano a respirare anche gli imprenditori del settore della ristorazione, infatti, dopo la possibilità del delivery c'è anche la possibilità dell'asporto ma con queste condizioni:

1) È obbligatoria la prenotazione.
2) I proprietari dovranno disporre un banco all'ingresso.
3) È responsabilità dei proprietari far rispettare le distanze anche per il delivery.
4) Assolutamente obbligatorio l'uso di mascherine e guanti.
5) La mancata osservazione di questi punti causerà la chiusura del locale per dieci giorni.

Published in Blog

Questo periodo così difficile non ferma la tradizione del Concerto del Primo Maggio - Roma. Gli artisti si esibiranno non davanti ad un pubblico di migliaia di persone ma in diretta televisiva che sarà trasmessa stasera su Rai 3. Tra gli argomenti trattati all'interno della trentesima edizione, il futuro, la tutela della salute pubblica. La musica c'è, la musica esiste e per dirla con una canzone di Max Gazzè "musica può fare!".

Il Concerto del Primo Maggio è un festival musicale che dal 1990 è organizzato annualmente in occasione della Festa del lavoro in piazza San Giovanni in Laterano a Roma (antistante l'omonima basilica) dai tre sindacati confederati italiani: CGILCISL e UIL. L'evento è chiamato anche Concertone per via della sua durata, avendo inizio nel pomeriggio e terminando a tarda notte.

Published in Blog
Monday, 27 April 2020 07:45

Chi sono i "congiunti" che potremo rivedere?

Ieri sera il Presidente Conte ha parlato di "rivedere i congiunti". Occorre, però, fare chiarezza in merito perché molti potrebbero inserire nei "congiunti" anche i propri e le proprie fidanzati/e. È una dichiarazione che sicuramente va chiarita bene, per non cadere nell'errore. Nel diritto, infatti, per congiunti s'intendono: “ascendenti, i discendenti, il coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, i fratelli, le sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti”. I fidanzati, dunque, dovranno attendere almeno fino al prossimo 18 Maggio a meno che Conte non estenda il termine congiunti anche a loro. Speriamo bene! 

Published in Blog