Se n'è andato a soli 48 anni Ezio Bosso. Il direttore d'orchestra, compositore e pianista torinese aveva una malattia neurodegenerativa da anni. Era riuscito a diventare uno dei nomi più noti del panorama musicale italiano. Pianista per caso come amava dire lui stesso durante le interviste aveva trovato la popolarità quando nel 2016 fu invitato da Carlo Conti come ospite d'onore. Sul palco dell'Ariston Bosso eseguì "Following a Bird", composizione contenuta nell'album "The 12th Room", che era uscito qualche mese rima senza enormi clamori, ma finì in classifica subito dopo l'esibizione. Il nostro paese saluta un altro grande artista.

Thursday, 14 May 2020 11:38

Quale parola invece di "Divertire?"

Written by

Ancora una diretta del nostro Presidente del consiglio Conte in conferenza stampa ieri sera in cui è stato illustrato il piano di ripresa per l'economia in diversi settori. Finalmente si è parlato anche del mondo dello spettacolo, ma tante sono state le critiche che Conte ha ricevuto dagli artisti per il modo in cui si è rivolto al mondo dello spettacolo con la frase:"E poi ci sono i nostri artisti che ci fanno tanto divertire, ci fanno tanto appassionare"

Dal tono neutrale con cui ha parlato, pare non se ne sia reso conto e per molti potrebbe sembrare eccessiva la reazione degli addetti ai lavori dello spettacolo alle sue parole, ma di questa affermazione infelice colpisce il modo, la posizione nel discorso, il pensiero al mondo dello spettacolo già omesso nelle tante precedenti dirette, aggiunto nell'ultima come se fosse rivolta a un settore a parte e di poca rilevanza che ha fatto i capricci per esserci, un contentino al figlio meno considerato dell'economia italiana: 

La domanda è: poteva esserci parola migliore o un tono più adatto ad esprimere l'importanza del spettacolo? 

Sarebbe bastato che il Presidente avesse avuto di base un minimo di consapevolezza in più sulla vera importanza e consistenza del mondo dello spettacolo per far sì che gli uscissero le parole giuste, è un lavoro importante quanto gli altri, in crisi come gli altri, mosso da talento e passione, ma pur sempre un lavoro fatto da professionisti e non solo da "gente che fa divertire". 

 

Sono Otto le tonnellate di rifiuti speciali pericolosi diretti in Africa sequestrate nel porto di Napoli. La destinazione del container bloccato era il Burkina Faso. In particolare, per contrastare i traffici illeciti transfrontalieri di rifiuti, è stato ispezionato un container che avrebbe dovuto contenere effetti personali e masserizie. Al suo interno sono stati rinvenuti, invece, occultati da un autoveicolo utilizzato quale carico di copertura, un ingente quantitativo di elettrodomestici e pneumatici usati, balle di indumenti e scarpe non sanificati, nonché 85 batterie ed accumulatori per ripetitori telefonici non dichiarati e verosimilmente provento di furto.

Wednesday, 13 May 2020 08:52

Addio Autocertificazione: Ecco da quando!

Written by

Cosa dobbiamo scriverci? Come funziona? Si ma come si usa? Queste alcune domande che ci hanno tormentato in questo periodo di Lockdown quando ci veniva annunciata una nuova autocertificazione da compilare. Ebbene con il passaggio alla Fase 2 non mancano le buone notizie: a quanto pare da Lunedì non ci sarà più l'obbligo dell'autocertificazione, potremo visitare gli amici mentre resterà obbligatoria l'autocertificazione per gli spostamenti fuori regione (l'obbligo cesserà a inizio Giugno). Tutto, ovviamente, dipenderà dai dati relativi ai contagi aggiornata costantemente.

Tuesday, 12 May 2020 12:06

In fiamme il Lido Verde di Castel Volturno,

Written by

Speravamo in una ripresa economica veloce e soprattutto basata sul turismo balneare per il litorale domizio, soprattutto dopo che le meravigliose immagini del mare cristallino avevano fatto il giro del web durante i mesi di quarantena. E' bastato il ritorno alla normalità della fase 2 per farlo tornare "normalmente inquinato", quando Solo una settimana fa una grossa macchia nera di sterco di bufale aveva risporcato il mare. Ma non finisce qui: stanotte una delle strutture balneari di Castel Volturno è stato brutalmente incendiato e stamattina alle prime luci dell'alba già non ne era rimasto più niente. Quando accade una cosa del genere, sono poche le ipotesi che individualmente ognuno può avanzare: copertura assicurativa, incendio colposo o nel peggiore dei casi, attacco di natura camorristica. Pare però che la famiglia Spina, titolare dell'attività, non solo non dispone di copertura assicurativa per incendi, ma pare che avesse ricevuto nel corso degli anni diversi attacchi preliminari, principalmente rapine senza alcun altro tipo di minaccia, ovvero fini a sé stessi. E di colpo questo incendio che ha bruciato anni di sacrifici della famiglia Spina. 

Ecco le immagini e un video a cura di  postato su Facebook da che dà voce ai fatti Cosa possiamo fare per il lido verde

 

Il capo della Polizia Franco Gabrielli all'uscita dall'ospedale di Aversa (Caserta) dopo avere visitato il 53enne poliziotto della Polfer Nicola Grimaldi ferito ieri alle gambe dopo essere intervenuto durante la rapina alla filiale della Bnl di Aversa, per difendere un vigilante - anch'egli rimasto ferito - aggredito dai banditi ha dichiarato: "Il comportamento del collega è stato professionalmente ineccepibile, anche per aver scelto di non usare l'arma che aveva con sé. Avrà sicuramente un riconoscimento e sarà sottoposto a valutazione anche per una promozione per meriti straordinari" Entrambi "stanno in ottime condizioni" ha detto Gabrielli. "Ha avuto un enorme sangue freddo; sapeva, per esperienza, che usare l'arma in quel momento avrebbe provocato conseguenze peggiori anche ai clienti che erano in attesa. Il suo comportamento ineccepibile lo abbiamo potuto osservare direttamente dalle immagini, che spesso parlano più di mille parole".

Monday, 11 May 2020 12:44

Le polemiche sul ritorno di Silvia Romano

Written by

Non ha neanche messo piede fuori dall'aereo che è già scoppiata una polemica su come è vestita, quanto sia bello il sorriso che ha sfoggiato, si sono scatenate le prime "aste" su quanto sia stato speso dallo stato per liberarla. Dopo 18 mesi di permanenza in Africa, prima in Kenya come volontaria della Onlus marchigiana "Africa Milele" e poi come prigioniera di alcuni jihadisti islamici, sabato scorso il Presiente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto sapere al mondo con un tweet che Silvia sarebbe stata liberata e sarebbe tornata in Italia proprio nel giorno della festa della mamma. 

Al di là delle sue scelte personali, il fatto che stia bene a molti non è andato giù. Ancora una volta la frase più aberrante viene dal giornale Libero diretto da Vittorio Feltri già al centro di numerose polemiche di natura razzista, anche nei confronti della sua stessa Nazione, in particolare il meridione.

Il titolo di Libero è': "Abbiamo liberato un'islamica" Anche Il Giornale non si risparmia "Islamica e Felice, Silvia l'ingrata". 

A ruota, ognuno sui social ha scatenato il proprio pensiero e la propria polemica dividendo il web in due: gli empatici felici del ritorno di Silvia, del ricongiungimento alla sua famiglia e chi teme il rientro di una terrorista islamica. 

Ciò che conta è tutto racchiuso in questo abbraccio. 

 

 

 

Monday, 11 May 2020 09:38

Capitan Ventosa su Radio Più

Written by

Da personaggio di Zelig a Capitan Ventosa in Striscia la notizia, Fabrizio Fontana è conosciuto per la sua grande ironia, forte energia e grande comicità! Stamane su Radio Più non c'è stata una maschera ma l'uomo, la grande persona che si cela dietro quei grandi personaggi che ha abbracciato una causa importante quale è quella dei disturbi alimentari e in occasione della giornata mondiale che si terrà il 2 Giugno, ha spiegato l'importanza di questo argomento che non vede l'ora di portare nelle scuole per sensibilizzare i giovani e della canzone scritta dall'amico Igor Nogarotto dal titolo Eleonora sei normale, canzone che riprende una storia vera: una lettera lasciata da una giovane ragazza che ha messo fine al suo dolore causato dal giudizio delle persone. 

Sunday, 10 May 2020 07:19

É il caso di dire...che Task Force!

Written by

In questi giorni sentiamo spesso parlare di “Task force” al Governo ed ogni tanto ne sbuca fuori una nuova.
I membri fanno a sgambetto per accaparrarsi la nomina di componente...seppur dicono che l'incarico viene svolto in modo gratuito, ma di sicuro saporiti saranno i rimborsi spese e l'indotto che tale nomina procura.
Pertanto appare chiaro che, chi si è appena insediato in una di queste “prestigiose” e remunerative commissioni, non ha nessuna voglia di passare alla Fase 2 o 3!

Ma quali sono, quante sono queste Task Force?
Eccole:

Task Force Colao “Fase 2” – 20 componenti;
Task Force Ministero della Salute – 8 componenti;
Struttura di supporto al commissario Arcuri – 40 componenti;
Comitato tecnico-scientifico – 15 componenti;
Cabina di regia governo / enti locali / parti sociali – 40 componenti;
Cabina di regia governo / enti locali Fase 2 – 8 componenti;
Task Force Ministero dell’Istruzione – 100; componenti (record per la ministra con il rossetto);
Task Force MIUR (Università) – 10 componenti;
Task Force Liquidità sistema bancario – 35 componenti;
Task Force Dati – 78 componenti;
Task Force contro le Fake news (!!!) – 11 componenti;
Gruppo di lavoro Finanza sostenibile – 9 componenti;
Task Force Donne per un nuovo Rinascimento (?) – 13 componenti;
Task Force Carceri – 40 componenti;
Task Force Giustizia – 20 componenti;

Non stiamo dando i numeri: sono davvero 16… per un totale (provvisorio) di 447 componenti a vario titolo… escluso quello gratuito!

Friday, 08 May 2020 12:39

Giornata mondiale delle Croce rossa

Written by

Ogni anno l'8 maggio si festeggia la giornata mondiale della Croce Rossa, la più grande organizzazione umanitaria del mondo, nata nel 1854 e attiva da oltre 150 anni. In particolare è doveroso ricordarlo in questo periodo in cui tutto il mondo è stato messo a dura prova dal Covid-19 e ha attraversato un periodo di isolamento non sempre facile. Oltre 14 milioni di volontari sono stati d'aiuto a molte persone che hanno rischiato di rimanere indietro. 

Perchè proprio l'8 maggio? 

La ricorrenza è stata fissata nel giorno di nascita dell'imprenditore svizzero Henry Dunant, fondatore della Croce rossa e colui che ne ha indicato i principi su cui si regge l'organizzazione: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità ed universalità. 
Attualmente la Croce rossa opera in 192 paesi.