• 12
  • Novembre

La Gdf e la PS oscurano migliaia di siti pirata, cosa rischiano gli utenti del “pezzotto”? VIDEO

Vasta l’operazione della Guardia di Finanza e la Polizia di Stato a livello internazionale per la tutela del diritto d’autore in 19 paesi esteri. Sono stati oscurati più di 5500 siti illegali di streaming e canali telegram che trasmettevano contenuti protetti. Si tratta di 10 milioni di euro di confisca all’organizzazione criminale, 15 indagati che lucravano forti somme di denaro con la propria attività, alcuni di loro percepivano anche il reddito di cittadinanza.

Cosa rischiano gli utenti delle piattaforme illegali?

“Noi abbiamo acquisito traccia – ha detto il sostituto procuratore di Napoli Valeria Sico – di tutti gli indirizzi Ip di chi ha utilizzato il servizio utilizzando una linea fissa o una linea mobile. Nei prossimi mesi si valutera’ come procedere nei confronti di queste persone. Parliamo di 5 milioni di utenti”. Con l’operazione The Perfect Storm per ora abbiamo colpito la ‘cupola’ dell’organizzazione che vendeva contenuti Iptv illegali e la rete dei re-sellers ma anche i clienti rischiano dai 6 mesi ai 3 anni di reclusione e una multa da 2.500 a 25.800 euro. Molte persone pensano solo alla convenienza economica e non credono di commettere alcunche’ di male: in realta’ il semplice possesso del device usato per ricevere il segnale, quello che in gergo viene definito ‘pezzotto‘, costituisce un reato penale. E’ uno dei motivi per cui, quando abbiamo oscurato i siti, abbiamo reindirizzato gli utenti ad una pagina che li avvertiva di che cosa vanno incontro”.

 

LEAVE COMMENT