• 16
  • Ottobre

Tentata estorsione in concorso, in carcere una 30 enne e un 23 enne

Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Avellino hanno dato
esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere,
emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino su richiesta di
questa Procura, nei confronti di una donna 30enne e di un giovane 23enne, entrambi
residenti nel capoluogo irpino, gravemente indiziati del reato di tentata estorsione in
concorso.
Le indagini hanno consentito di accertare una grave condotta delittuosa, messa in atto da
circa un mese nei confronti di una coppia avellinese, per ottenere del denaro contante per
vari debiti.
In alcune occasioni i due indagati non si sarebbero limitati a minacciare -anche di morte ed
in presenza dei figli- le loro vittime (che avrebbero anche patito atti intimidatori con l’utilizzo
di armi ed esplosivo), ma le avrebbero anche colpite con calci, pugni e una mazza da
baseball.
A seguito delle tempestive attività di indagine svolte dai Carabinieri e dovendo impedire
qualsiasi possibilità di contatto con le persone offese, l’Autorità Giudiziaria ha quindi
disposto per entrambi la misura cautelare in carcere.