• 01
  • Dicembre

Sequestrate 1.100 Kg di sigarette di contrabbando contraffatte.

Nell’ambito del dispositivo di contrasto ai traffici illeciti, i finanzieri del Comando Provinciale di Napoli hanno sequestrato, a Napoli, nel quartiere Piscinola, 1.100 Kg di sigarette di contrabbando contraffatte, pronte per essere distribuite sul mercato parallelo.

In particolare, durante un servizio di pattugliamento lungo le principali arterie stradali di accesso alla città, i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno notato un furgone sospetto che si dirigeva in un’area isolata, per poi introdursi in un deposito.

Ritenendo ambigua la presenza del veicolo in quella zona, le Fiamme Gialle hanno atteso l’uscita del mezzo, al fine di sottoporlo ai controlli di rito.

Intimato l’alt, tuttavia, il conducente attuava diverse manovre per sottrarsi all’ispezione. I militari riuscivano comunque a fermare il furgone, scoprendo, al suo interno, 13 cartoni contenenti 650 stecche di tabacchi lavorati esteri contraffatti, replicanti noti marchi del settore, del peso di 130 Kg.

Atteso il carico rinvenuto, i finanzieri decidevano di estendere le attività di perquisizione anche al deposito individuato, che svelava la presenza di ulteriori casse di analoga merce.

Il quantitativo di sigarette complessivamente sequestrato è risultato pari a 1.100 Kg che, qualora immesso sul mercato, avrebbe consentito di realizzare un profitto di circa 150 mila euro.

L’autista e il proprietario del deposito, colti in flagranza, sono stati tratti in arresto.